menù

chiudi

Montaione

Verdi colline coltivate e disegnate da poderi, da antichi borghi e castelli medievali, dedicate a chi cerca luoghi autentici, a chi vuole scoprire in pochi chilometri la bellezza del paesaggio, dell’arte e della storia in un ambiente rurale ancora intatto

Vai alla pagina

News

Il Gruppo Visa rappresenta un’azienda leader in ambito di moda e Made in Italy, collaborando attraverso i propri servizi con marchi prestigiosi, laboratorio artigianali o attività commerciale di tutta Italia.

Vai alla pagina

Contatti

Il Gruppo Visa rappresenta un’azienda leader in ambito di moda e Made in Italy, collaborando attraverso i propri servizi con marchi prestigiosi, laboratorio artigianali o attività commerciale di tutta Italia.

Vai alla pagina

Homepage

Onice di Montaione / L'onice / Onice Ornamentale

L'onice

Onice Ornamentale

Nelle ornamentazioni architettoniche interne di molte chiese, non solo fiorentine, capita spesso di osservare dei materiali lapidei che presentano zonature e concrezioni di vari colori tanto da poterli scambiare per marmi particolari.

Pregiata per natura

Effettivamente non si tratta di marmi e questi particolari materiali lapidei vengono genericamente definiti alabastri.
Occorre precisare però che questo termine viene usato indifferentemente per due litotipi di roccia, una gessosa e l’altra calcarea, ambedue di origine sedimentaria, aventi genesi diverse, con in comune alcune caratteristiche morfologiche quali translucidità, zone concentriche e lineazioni a colorazioni alternate.

Il primo litotipo, gessoso, viene normalmente definito «Alabastro di Volterra» essendo nel volterrano la zona esclusiva di massima produzione mentre il secondo, calcareo, viene definito «Alabastro Orientale» o «Alabastro-Onice» essendo questo il nome assegnato ai primi alabastri che i romani facevano venire dall’Egitto ossia dall’Oriente.

Un sinonimo di questi due ultimi termini abbastanza usato è «Alabastrite» e l’Onice di Montaione appartiene a questa seconda categoria. I blocchi estratti, mostrano a seconda del taglio disegni e forme con andamenti suggestivi. La colorazione dei vari strati rappresenta, oltre agli intervalli di tempo tra una precipitazione di carbonato di calcio e l’altra, il tipo di terre o ossidi trasportati dalle acque circolanti.

In genere i colori sono dovuti alla presenza di sostanze organiche, quali acidi umici o fulvici, ioni metallici e sostanze pigmentanti. La durezza di questi calcari cristallini è circa 3 della scala Mohs in linea con la loro composizione quasi interamente di carbonato di calcio (può superare il 99%) e questo li rende facilmente lavorabili e perfettamente lucidabili.

Le dimensioni di questi blocchi sono in genere modeste e non sempre coprono completamente i limiti di grandi opere tanto che in certi casi si può notare assieme all’alabastro-onice, costituente principale, la presenza occasionale di travertino o di calcare compatto (ciò si può osservare in manufatti di discrete dimensioni come in alcuni sarcofagi e colonne).

Il territorio di Montaione

Il territorio di Montaione è stato abitato in epoca etrusca e romana, come si evince da vari ritrovamenti archeologici, quali resti di necropoli e di fornaci presso Poggio all’Aglione, Bellafonte..

VISA COLORI spa Zona Ind. Castelluccio 25/A - 52010 Capolona - Arezzo - Italy - tel. +39 0575 451578 - Fax +39 0575 451849 - P.Iva/ C.F. 01675870511.