menù

chiudi

Montaione

Verdi colline coltivate e disegnate da poderi, da antichi borghi e castelli medievali, dedicate a chi cerca luoghi autentici, a chi vuole scoprire in pochi chilometri la bellezza del paesaggio, dell’arte e della storia in un ambiente rurale ancora intatto

Vai alla pagina

News

Il Gruppo Visa rappresenta un’azienda leader in ambito di moda e Made in Italy, collaborando attraverso i propri servizi con marchi prestigiosi, laboratorio artigianali o attività commerciale di tutta Italia.

Vai alla pagina

Contatti

Il Gruppo Visa rappresenta un’azienda leader in ambito di moda e Made in Italy, collaborando attraverso i propri servizi con marchi prestigiosi, laboratorio artigianali o attività commerciale di tutta Italia.

Vai alla pagina

Homepage

Onice di Montaione / Caratteristiche / Studio del materiale

Caratteristiche

Studio del materiale

Nella seconda metà del secolo scorso, anche studiosi di chiara fama si interessarono del travertino e dell'onice di Montaione.

Mario Pieri, professore all'Università di Pisa, con tutta una serie di saggi e analisi rigorosissime, e con articoli anche su prestigiose riviste - «La scala delle qualità e le varietà nei marmi italiani ecc.» -, descrisse le diverse specie di onice di Montaione distinguendo quello a pigmentazione ematitico -manganesifera, quello nero, quello giallo, quello bianco, quello rossiccio, quello bronzeo, quello argenteo e altri.

Per ciascuna di tali varietà individuò i tratti salienti ed il principale agente cromatoforo, normalmente rappresentato da composti del manganese come pirolusite, polianite e psilomelano, questi ultimi due in percentuali estremamente subordinate al primo.

Anche i composti del ferro, come la limonite e l’ocra entravano in gioco da soli o col manganese in una fantasmagoria di colori e tonalità difficili da descriversi, ma di effetto stupefacente e che passavano dall’una all’altra senza soluzione di continuità. In particolare l’onice nero fu ritenuto unico al mondo e di grandissimo pregio.

Se ne facevano lastre sottilissime che conveniva applicare su basi portanti e supporti di altri travertini. Fu anche notato che altri onici neri di diversa provenienza erano tali per inclusioni carboniose o altro e che in quanto a lucentezza, effetto e durata non erano neppur lontanamente confrontabili con questo.

Un altro studioso d’oltralpe, il francese Paul Dumon, ingegnere civile di miniere e geologo ebbe a scrivere che in queste località «esiste una cava di marmo denominato onice di Montaione, nella varietà nera, gialla e bruna.

È un materiale che prende un bel pulimento, apprezzato e conveniente per fare rivestimenti di lusso, di tavolini, ecc. grazie al suo fondo molto variato con delle bande onicizzate, ondulate che vanno dal bianco avorio, al giallo ambrato e al nero.

Questo onice è stato analizzato dal Pieri che fa osservare che pare sia il solo al mondo che presenta una pigmentazione nera. Nella stessa zona è in esplorazione una cava di travertino di color giallo con arabeschi più o meno chiari, argentati, con certe parti che presentano un fondo grigio castagna molto leggero e delle chiazze variopinte e bianco cenere.

Il prezzo di questo travertino sarebbe assai elevato viste le sue caratteristiche speciali. Una sola ditta è segnalata per cava, segheria e opificio. Anche un’altra ditta esplora un marmo a Montaione».

Nicola Cipriani ed altri studiosi dell’ateneo fiorentino nel 1977, per uno studio generale dei travertini dell’Italia Centrale provvidero a prelevare alcuni campioni da una cava attiva a Sud del paese, degna di rilievo per la frequenza e bellezza dei livelli di onice attivamente coltivati.

Quest’ultimo materiale si presentava variabilissimo di aspetto, struttura e colore e del tutto particolari sono un onice sottilmente concrezionato di colore nero ed uno formato da lunghissime fibre di colore nocciola chiaro e lucentezza sericea.

Il territorio di Montaione

Il territorio di Montaione è stato abitato in epoca etrusca e romana, come si evince da vari ritrovamenti archeologici, quali resti di necropoli e di fornaci presso Poggio all’Aglione, Bellafonte..

VISA COLORI spa Zona Ind. Castelluccio 25/A - 52010 Capolona - Arezzo - Italy - tel. +39 0575 451578 - Fax +39 0575 451849 - P.Iva/ C.F. 01675870511.