menù

chiudi

Montaione

Verdi colline coltivate e disegnate da poderi, da antichi borghi e castelli medievali, dedicate a chi cerca luoghi autentici, a chi vuole scoprire in pochi chilometri la bellezza del paesaggio, dell’arte e della storia in un ambiente rurale ancora intatto

Vai alla pagina

News

Il Gruppo Visa rappresenta un’azienda leader in ambito di moda e Made in Italy, collaborando attraverso i propri servizi con marchi prestigiosi, laboratorio artigianali o attività commerciale di tutta Italia.

Vai alla pagina

Contatti

Il Gruppo Visa rappresenta un’azienda leader in ambito di moda e Made in Italy, collaborando attraverso i propri servizi con marchi prestigiosi, laboratorio artigianali o attività commerciale di tutta Italia.

Vai alla pagina

Homepage

Onice di Montaione / Caratteristiche / Introduzione

Caratteristiche

Introduzione

L'onice calcareo è il marmor alabastrum dei Latini, ove alabastrum deriva, come dice Plinio, da una fortezza detta «Alabastra», costruita a Tebe in Egitto e dove vi erano numerosissime cave usate per l'edificazione dei templi.

Ma prima di chiamarsi alabastro, la pietra era detta onice, da cui il nome marmo-onice, come documentato anche nella Genesi in cui si parla di pietra onichina.

Con il nome di Onice si indicano due tipi di rocce completamente differenti: l’onice silicea normalmente di colore nero striata di bianco con composizione SiO2, nH2O, simile al calcedonio, ma non al quarzo che è cristallino, e che si trova prevalentemente in Brasile, Messico, ecc., e l’onice calcarea, detta anche onice alabastrite, onice etoca o onice egiziana che è composta da CaCO3.In Italia è famosa quella di vari colori di Montaione, mentre all’estero quella verde chiaro del Pakistan.

foto 3 (3)

L’onice, dal greco onyks, fu così detto per il suo aspetto somigliante all’unghia, alle sue macchie e alla sua lunetta. Sostanzialmente le parole alabastro ed onice erano usate promiscuamente, come confusa era anche la classificazione dei marmi basata sul colore predominante e solo in tempi recenti è avvenuta la classificazione in base alla composizione chimica.

Per la presenza di concrezioni di frammenti di roccia, assume un aspetto particolare con una struttura variabile fibroso-compatta, fibroso-raggiata, fibroso-parallela e zonato-concentrica. Ha la caratteristica di essere traslucido e con zonature variegate, da millimetriche a centimetriche, più sovente nella tonalità del marrone che donano a questo marmo un aspetto variopinto e diafano.

Nella zona meridionale del territorio di Montaione, fratture nei banchi di travertino rivelano filoni di una varietà di alabastro calcareo, che per la sua struttura e i suoi colori – di solito nelle tonalità del bianco, del grigio, del bruno e del marrone – è comunemente definita alabastro-onice. Le caratteristiche strutturali più evidenti richiamano infatti il vero e proprio onice, una varietà di calcedonio, dalle tipiche striature bianche e nere.

Nel caso specifico, si tratta però di semplice carbonato di calcio che ha subito un processo di ri-precipitazione e ri-cristallizzazione, riempiendo le fessure verticali del travertino originario. L’alabastro onice non va confuso con l’alabastro gessoso di Volterra, meno prezioso.

Il territorio di Montaione

Il territorio di Montaione è stato abitato in epoca etrusca e romana, come si evince da vari ritrovamenti archeologici, quali resti di necropoli e di fornaci presso Poggio all’Aglione, Bellafonte..

VISA COLORI spa Zona Ind. Castelluccio 25/A - 52010 Capolona - Arezzo - Italy - tel. +39 0575 451578 - Fax +39 0575 451849 - P.Iva/ C.F. 01675870511.